Tende tecniche: prestazioni, tecnologia e design #3 – Intervista a Luca Lovera, Mottura

Le tende tecniche sono un comparto importante nell’ambito del settore delle schermature e protezioni solari, perché uniscono in modo specifico una componente tecnica e prestazionale alla funzione estetica. Sono tende da interni, studiate per risolvere problematiche specifiche di ambienti di lavoro, nell’ospitalità, ma anche nel residenziale, e dunque vengono spesso considerate come elementi di decorazione e di finitura degli spazi. Alcune delle aziende più attive in questo settore ci raccontano lo stato attuale del mercato, le sue prospettive di sviluppo e le complessità che sono chiamati a risolvere. Ecco l’intervista a Luca Lovera, Amministratore Delegato Mottura.

Breve considerazione sullo stato attuale del mercato

Lo stato di salute del mercato è certamente migliore rispetto all’ultimo decennio. Esiste un timido risveglio, come è noto a tutti, ma in termini di consumi riteniamo sia veramente troppo presto per essere ottimisti. C’è chi afferma, a ragione, che in questo ultimo decennio abbiamo vissuto una nuova rivoluzione industriale con pesantissimi effetti sul sociale. Il 2017 lo chiuderemo positivamente, il futuro lo affrontiamo con ottimismo, per quanto riguarda lo scenario che andremo a vivere siamo consci che le regole del gioco saranno diverse e muteranno sempre più rapidamente.

 

Quali sono i settori maggiormente ricettivi/interessati alle tende tecniche?

Essendo, da tempo, interlocutori privilegiati nel mondo delle grandi opere, in veste di consulenti o partner tecnologico, consideriamo questo mondo tanto importante quanto il residenziale, in cui da sempre operiamo attraverso i migliori rivenditori specializzati del settore che prediligono il nostro brand quale sinonimo di un prodotto di qualità e di servizio.

 

Quanto è importante il design e quanto incide nella definizione di nuovi prodotti/collezioni?

Per quanto riguarda la parte decorativa della nostra offerta l’attenzione al design è la priorità ma la vera sintesi del nostro modo di operare la si ritrova senza dubbio nel pay off che spesso accompagna il nostro marchio: tecnologia e creatività. I nostri sono prodotti tecnologici, funzionali, longevi e dal design ricercato, frutto della nostra creatività e del nostro know how.

 

Dal punto di vista tecnico, ci sono novità significative all’orizzonte (sia per quanto riguarda la parte tessile che quella meccanica)?

Stiamo lavorando molto in termini di ottimizzazione e focalizzazione della gamma, in particolare per quanto riguarda le linee di prodotto delle tende tecniche. Lo sviluppo va in direzione di un prodotto con performances sempre più importanti. Se, da un lato, abbiamo ben in mente l’indispensabile versatilità e praticità del prodotto, dall’altro poniamo quale priorità il rispetto delle certificazioni in termini di sicurezza e comfort, sempre più presenti nella legislazione europea e nella sensibilità del consumatore. In questo contesto il ruolo del tessuto supera quello di un semplice commodity per diventare parte integrante di un prodotto che deve offrire una performance in termini di confort energetico o acustico. Nel 2018 l’offerta dei tessuti sarà completamente rivoluzionata dalle tante novità contenute nella gamma Tecnica 2018, la cui uscita è prevista per la tarda primavera.

 

La tenda tecnica viene vista come elemento a sé stante o viene integrata in un progetto di decorazione più ampio (richiedendo quindi possibilità di coordinare e personalizzare)?

La tenda tecnica, interpretata quale prodotto di qualità elevata, è sempre più parte integrante di un progetto che non è solo più di decorazione ma anche componente tecnica della casa sia in termini di oscurante sia come componente per il risparmio energetico.

 

L’architetto progettista è il referente principale per la vostra proposta? Come vi ponete nel rapporto di sviluppo del prodotto?

L’architetto progettista, da sempre interlocutore essenziale per quanto riguarda le grandi opere, è oggi una figura sempre più presente anche nel residenziale. Il confronto è molteplice, la relazione può essere sviluppata in diverse direzioni a seconda di quanto si intende spingere sul “su misura” del prodotto.

 

Ci sono differenze tra Italia e estero?

Eccezion fatta per alcune sfumature, oggi il prodotto tenda tecnica si va sempre più “normalizzando”. Il prevalere della componente tecnico-funzionale rispetto alla componente decorativa ha reso la tenda tecnica più “universale”. Anche in termini di design, la tendenza minimal dell’odierna architettura ha reso molto più globalizzato l’arredamento della casa.



Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it