Schermature solari e arte. Il progetto di Resstende per Palazzo Morando

Palazzo Morando, in Via Sant’Andrea, 6 a Milano, è attualmente la sede di un Museo dedicato alla città di Milano e della collezione di Costume e Moda. Due i percorsi espositivi: la Pinacoteca e le sale di rappresentanza della casa nobiliare. Proprio queste sale, che documentano il gusto settecentesco per l’arredo domestico, attraverso un nucleo di decorazioni, mobili e oggettistica recentemente ricomposto nella sua fisionomia originaria, necessitano di grande attenzione per la conservazione delle opere.

La gestione della luce naturale

La luce è un fattore cruciale nell’ambito museale, che richiede sempre un costante studio, soprattutto per le evidenti e delicate necessità di protezione delle opere esposte.

La cultura architettonica e museografica attuale non può prescindere dall’adeguata schermatura delle finestre, superando le semplicistiche tendenze che prevedono un’illuminazione naturale delle opere, assai rischiosa per la loro corretta conservazione. La luce naturale può infatti scaturire effetti deleteri a partire dall’asciugamento dei materiali da conservare sulla base del calore che in tal modo si determina.

Sentite le esigenze del Conservatore di Palazzo Morando, Ilaria De Palma, si è optato di schermare la luce naturale particolarmente nociva sui manufatti artistici e in particolare sui tessuti.

Il senso più` profondo del progetto Resstende per Palazzo Morando, è quello di celebrare l’attenzione allo studio della luce per la corretta conservazione delle opere Quella di Resstende è una visione contemporanea dell’utilizzo delle schermature solari che, anche in questo caso, diventano il crocevia tra estetica e funzionalità.

Il progetto

Lo studio e la conseguente realizzazione del sistema di schermature firmato Resstende prevede, sulle finestre che si affacciano su Via Sant’Andrea, 80 tende arricciate e tende a pacchetto poste sul vetro che oscurano le sale espositive. Il colore scelto è il rosa antico per un tessuto oscurante tessile che permette di schermare la luce e proteggere gli interni.

Per le altre sale sono state installate delle tende arricciate, sia riprese che non, in un tessuto oscurante dal colore giallo ocra. La schermatura, in questo caso, diventa protezione e conservazione, con un vantaggio sia in termini di risparmio energetico che di tutela primaria delle opere d’arte.

Il lavoro verrà portato a termine entro la fine del 2018.



Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it